Serie B2: De Mitri corsara a Corridonia

A Corridonia, prima vittoria in trasferta della De Mitri che arriva fino a -1 dalla zona salvezza

Corplast Corridonia – De Mitri Porto San Giorgio 2-3 ( 16-25,25-23,25-15,24-26,13-15)

arbitri: Colucci Claudia, Varfaj Ina

La prima vittoria in trasferta,  nel momento chiave della stagione , e per giunta in casa della quarta in classifica.  basterebbero questi pochi elementi per descrivere il clima in casa De Mitri, dopo una vittoria così. Ma diciamo pure che un evento di queste dimensioni ( arrivato dopo avere battuto la sesta forza del girone h) non è arrivato proprio in modo così inaspettato in quanto la squadra già da diverse partite aveva palesato un atteggiamento diverso, una coscienza più matura e convinta dei propri mezzi, una tenacia diversa.

Anche nell’inaspettata sconfitta casalinga con Mesagne si erano visti questi progressi , offuscati dalla grandissima prova delle pugliesi, e la stessa sconfitta a casa del Castellana Grotte aveva visto le seconde della classe dovere sudare le classiche 7 camicie per avere ragione di un gruppo di Rossoblu che hanno venduto cara la pelle.

Le ultime due vittorie sono la conseguenza di un gran lavoro che ora sta trovando il giusto premio.

Una gara volitiva e concentrata quella di Corridonia, irta di difficoltà che le ragazze guidate dal coach Napoletano hanno saputo interpretare ribaltando colpo su colpo, non mollando mai e poi spingendo in più occasioni l’avversario ad “esagerare” sbagliando anche ripetutamente. Quindi una partita in trincea vinta con merito in un ambiente caldo, anche perché questa sconfitta potrebbe rappresentare per Corridonia, una resa in vista di un obiettivo play off ancora vivo prima di questa partita.

Dopo una prima fase di studio  , verso la metà del set La De Mitri prende in mano le redini del set che vince con grande facilità. Grande lotta ed equilibrio nel secondo set che vede una Corplast riprendersi solo in parte dalla “botta” del set precedente. Un corpo a Corpo risolto dalle padrone di casa solo nel finale.

Di diverso tono il terzo set dove le padrone di casa spingono tanto con il servizio mettendo in gravissima difficoltà la ricezione e la ricostruzione della De Mitri. Un set che ha poca storia .

Altro set difficile per i deboli di cuore è il quarto, con la De Mitri che cerca sempre di staccare e di spingere , ma sempre rintuzzata dalla Corplast fino ai vantaggi.

Nel quinto set la De mitri sfodera una prima parte di set veramente fantastica e mette sotto la Corplast fino al punto di arrivare sul 8-14. Ma un pò come nella partita di andata, proprio in vista di un risultato importante , qualcosa si blocca in casa De Mitri e permette una lenta ma inesorabile rimonta della bianco celesti di casa che arriva fino al 13-15. Dopo l’ultimo time out a disposizione di Francesco Napoletano l’azione trilling.

Servizio della palleggiatrice della Corplast che danza sul nastro ed è pronta a cadere sul campo De Mitri;  solo un tuffo felino di Michela Quaglietti impedisce il punto del 14 pari e il successivo bagher in tuffo d’ emergenza di Elisa Levantesi mette una palla “sporca” nella disponibilità di Giada Benazzi che con una freddezza glaciale sceglie di piazzare il pallone con uno shot line ( effetto Beach Volley) molto tagliato che va a cadere proprio all’incrocio delle linee, per l’esplosione di esultanza di tutto il team e dei numeri tifosi rossoblu accorsi.

Una prestazione da applausi per tutte, per il grande spirito e per non avere mollato mai , set su set. 5 punti contro le squadre dell’alta classifica sono il migliore viatico per i prossimi due scontri diretti e soprattutto per il rush finale di una stagione importante.

best scorer Benazzi, con citazione speciale per la sontuosa prestazione dell’ex di lusso Monica Pierantoni e per la “miss ace” delle ultime due partite beatrice Salvucci ( media di un  ace per ogni set)