Seconda Divisione: Tombolini Motor Company, primo squillo

Primo squillo per la Tombolini Motor Company, prosegue il momento top della Tecnolift e Down di Adria Service
Tombolini Motor Company PSG – Conad Gesué Comunanza 3-2 (18/25, 25/22, 24/26, 25/20, 15/13)
Finalmente vittoria!!! Cercata, sperata, sudata…raggiunta! In realtà queste ragazze avevano già vinto durante il torneo di Cesenatico di quest’inverno…ma dietro all’evento del week end appena passato c’é un gusto diverso, che fa valere questo traguardo come invece fosse la prima. Innanzitutto perché è la 1° di questo gruppo nel campionato di 2° divisione durante una 1° fase (l’anno passato è successo solo nella 2° fase); in secondo luogo in quanto è figlia di un percorso difficile, paziente e dove sono state necessarie riorganizzazioni del percorso, come i cambiamenti di ruoli durante la stagione in corso (Cartan passa da specialista di 2° linea ad alzatrice e Magnaguadagno Marta diventata da posto 4 a centrale). E come se non bastasse, gli infortuni: Margherita Romagnoli costretta al forfait per infortunio alla caviglia; Valentina Scatasta, eroica, gioca con dolorante la spalla con cui schiaccia.
La cronaca della partita vede un primo set dove sono le ospiti a fare da padrone, partendo da 0/4 e rimanendo sempre a debita distanza dalle sangiorgesi; il parziale termina 18/25.
Il secondo set è il primo riscatto della della Tombolini. Dal 2/2, si allunga fino all’11/6 e poi, con il turno di battuta di Mannozzi (alla seconda partita consecutiva nel ruolo di schiaccatore, invece che in quello di libero di difesa) si arriva al massimo vantaggio di “+8” (18/10); a quel punto la nostra formazione di distrae e le ragazze sibilline recuperano 6 punti; mantenuto il vantaggio di sicurezza, la Tombolini resiste agli attacchi, giocando di furbizia con l’arma del pallonetto, e vince per 25/20.
Il terzo set si inizia con il piglio del parziale precedente, avanti per 10/2 e poi 20/12; sembra fatta, ed invece la squadra s’innervosisce, commettendo errori per “mancanza di pazienza”; al rientro del secondo time out, si ottiene il set point sul 24/21, ma la fretta fa ancora da padrona, mentre le ospiti sono “in palla”; Comunanza recupera tutto lo svantaggio e vince il set 24/26.
Il 4° parziale viene ribadito il concetto che serve pazienza e determinazione, al fine d’ottere qualcosa di importante in questa partita, che diversamente da altre occasioni, è possible da prendere! Sullo 0/3, si va subito a riagguantare l’avversario al 4/4; si gioca “punto a punto”, ed al secondo allungo di Comunanza (11/8), le si riprendono e sorpassano sul turno di battuta del capitano Irene Magnaguadagno; proprio quando le ospiti ottengono di nuovo il “+2” (16/16), è Fiorella Cartan che mette in difficoltà la ricezione avversaria: 19/16. C’è un nuovo cambiamento di fronte sul 19/20, ma qui è decisivo il time out: viene ricordato alle ragazze i mezzi e le decisioni che le anno portate fino a qui. Il risultato è un break di 6 punti consecutivi: un 25/20 che vale l’andarsi a giocare la vittoria al tie break e finalmente 1 nuovo punto in classifica.
Il tie break è equilibrato, con il cambio campo che avviene sul 7/8 (ospiti avanti); con Mannozzi in battuta la seconda linea diventa impeccabile, con lei ed il libero Quaglietti che danno sicurezza a tutta la squadra; sul 12/9, le avversarie giocano meglio, riportandosi in vantaggio (12/13); ma è l’ultimo acuto: il time out ripristina le emotività delle nostre ragazze e Tombolini và diretta vincere il set per 15/13.
Una vittoria importantissima per il morale, per le sicurezze ed anche per la classifica. La Tombolini si porta ad 1 punto dalla squadra superiore in classifica. Ora ci sarà un turno di riposo; poi si giocherà in Ascoli contro Maga Game, ed infine lo scontro diretto contro Cento Volley nel recupero.

ADRIASERVICE-DON CELSO 0-3(14-25/24-26/21-25)

Torna a giocare tra le mura amiche la ADRIASERVICE PORTO SANT’ELPIDIO.
Avversaria di turno,la “prima della classe” Don Celso;se ci limitassimo a giardare la classifica,si direbbe una gara facile e veloce per le avversarie.
In realtà è stata una bella partita dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto senza risparmiarsi.
La cronaca della gara vede un’ ADRIASERVICE partire molto determinata e combattiva:le avversarie accusano prima il colpo,poi grazie ad una serie di servizi ficcanti si riporta sotto,ed approfittando di una serie di disattenzioni della squadra di casa allungano e conquistano il parziale.
Nel secondo set la ADRIASERVICE,per nulla doma,lotta su tutti i palloni cercando di conteastare le avversarie.
Il set si snoda punto a punto fin quando le elpidiensi,grazie ad una buona correlazione muro/difesa,si porta in vantaggio sul 24-22.Una serie di ingenuità perme alla Don Celso di pareggiare e conquistare anche il secondo parziale.
Inizia il terzo set:la ADRIASERVICE non ci sta e prova a vendere cara la pelle lottando punto su punto.
Le avversarie provano ad allungare,ma le elpidiensi,con una prova d’orgoglio, restano ancorate alle avversarie:21-21.
Qui,due attacchi sulla riga delle avversarie e due difese importanti regalano set e partita alle fermane.
“Una bellissima gara-commenta Conforti-il punteggio non rispecchia affatto cosi netto non rispecchia il vero andamento della gara.
Tranne il finale del primo set,abbiamo lottato su ogni pallone con determinazione e pazienza;peccato le ingenuità sul finale del secondo set.
Questa gara ci offre spunti importanti per il proseguo del campionato.”
L’ ADRIASERVICE osserverà un turno di riposo per poi affrontare, nell’ultima gara della prima fase,la squadra di San Benedetto.
Riviera Blu-Tecnolift Volley Angels Project 0-3 (14-25, 22-25, 19-25)
Per le ragazze targate Tecnolift arriva la terza vittoria consecutiva a pieni punti; nella trasferta di San Benedetto le Rossoblu del presidente Benigni riscattano la brutta sconfitta dell’ andata infliggendo un secco 3 a 0 alla giovanissima formazione locale.
La partita si è sviluppata secondo lo stesso copione nel corso dei 3 set: Tecnolift sempre avanti nel punteggio e le giovani e coriaceo Sambenedettesi a rincorrere.
Nel primo set il bassissimo numeri di errori delle ragazze della Tecnolift non ha mai permesso alla riviera di rientrare nel set;
nel secondo l’ inizio è simile al primo set con le ragazze della Volley Angels che partono molto bene ma poi un pò complice la grande difesa delle ragazze locali veramente mai dome, un pò qualche disattenzione in più, il set si riaccende e nella parte finale dal 23 a 17 e 24 a 18 la partita sembra potersi riaprire; anche in questo caso le giovani della Tecnolift non perdono lucidità e riescono chiudere il parziale.
Il terzo parziale in verità è il più combattuto perché dopo la forte partenza della Volley Angels che si porta sul 9 a 3 da li in avanti la partita si riequilibra e dal 12 pari in poi è un punto a punto che si rompe nell’ equilibrio del punteggio dal 18 a 17 in favore delle ospiti. Da li in avanti infatti la Tecnolift non sbaglia più e fa suo parziale e incontro.
Un complimento va rivolto alla squadra di casa che nonostante la giovanissima età dimostra personalità e tecnica di gioco importantissime.
Grande crescita nell’ ultimo periodo delle ragazze della Tecnolift;
il giovane gruppo oltre all’ evoluzione tecnica importantissima sta evidenziando anche una propria identità di squadra, cosa non scontatissima considerando che le atlete provengono da ben 5 squadre diverse.